procedura n.987/2017

Visite: 41
Prezzo base €: 156.500,00 oltre oneri di legge, come indicato nell'avviso di vendita.
Prezzo minimo €: 117.375,00 oltre oneri di legge, come indicato nell'avviso di vendita.
Inizio vendita
Gio 09/09/2021 h 15:00

Prenota la visita

La prenotazione della visita deve essere effettuata mediante il Portale delle Vendite Pubbliche del Ministero della Giustizia, come stabilito dall'art. 560 c.p.c.

Art. 560 c.p.c
"... Gli interessati a presentare l'offerta di acquisto hanno diritto di esaminare i beni in vendita entro quindici giorni dalla richiesta. La richiesta è formulata mediante il portale delle vendite pubbliche e non può essere resa nota a persona diversa dal custode. La disamina dei beni si svolge con modalità idonee a garantire la riservatezza dell'identità degli interessati e ad impedire che essi abbiano contatti tra loro."

Cliccare su "Prenota visita" per essere reindirizzato al modulo ministeriale:

Prenota visita

Attenzione: per partecipare alla vendita, iscriversi o effettuare un'offerta è necessario collegarsi al sito del gestore della vendita cliccando il seguente bottone.
VAI AL SITO DELLA VENDITA

Informazioni

Procedura n. 987/2017
Tipo procedura Esecuzione immobiliare post legge 80
Tribunale Roma
Referente procedura
Termine iscrizione 08/09/2021 23:59
Termine visita 08/09/2021 23:59
Inizio vendita 09/09/2021 15:00
ID inserzione PVP 1265626
Codice vendita 450380
Data pubblicazione 25/06/2021 13:39

Dettagli

Prezzo base € 156.500,00
Cauzione minima 10,00 % prezzo offerto

Annotazioni PVP

Link inserzione ministeriale https://pvp.giustizia.it/pvp/it/dettaglio_annuncio.page?contentId=LTT5171304&idInserzione=1265626

Ubicazione

100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito...: via Valerio Corvino n. 63-65 - 00118 Roma (RM)

100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito...: via Valerio Corvino n. 63-65 - 00118 Roma (RM)

100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito...: via Valerio Corvino n. 63-65 - 00118 Roma (RM)

Visualizza sulla mappa
Documenti 100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito in Comune di Roma, via Valerio Corvino n. 63-65, e precisamente - garage posto al piano seminterrato contraddistinto con la lettera b). A confine con: spazio di manovra, intercapedine fabbricato, cantina sub. 22, salvi altri e diversi confini (il garage). Il tutto censito al Catasto dei Fabbricati del Comune di Roma al foglio 1007, part. 1772 - sub. 18, z.c. 6, via Valerio Corvino n. 63, piano S1, int. B, cat. C/6, classe 12, cons. 12 mq, su:
Altro Ordinanza-RM-EI-987-2017-DV20210909-1.pdf
Altro Avviso-RM-EI-987-2017-DV20210909-1.pdf
Altro Perizia-RM-EI-987-2017-3.pdf
Altro Perizia-RM-EI-987-2017-4.pdf
Modalità versamento cauzione:

Come indicato sul Portale delle Vendite Pubbliche

Si informano gli interessati all'acquisto che le informazioni relative alle descrizioni dei beni sono dettagliatamente indicate nella documentazione allegata.

La descrizione e' indicativa delle caratteristiche dei beni da alienarsi, i quali essendo di provenienza giudiziaria (ex art. 2922 c.c. "Nella vendita forzata non ha luogo la garanzia per i vizi della cosa. Essa non puo' essere impugnata per cause di lesione"), sono venduti secondo la formula del "visto e piaciuto", nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia.

Custode giudiziario IVGROMA_CERTIFICATI
Email pubblicita@ivgroma.it
Dati ricevuti dal Portale delle Vendite Pubbliche:
Link inserzione ministeriale https://pvp.giustizia.it/pvp/it/dettaglio_annuncio.page?contentId=LTT5171304&idInserzione=1265626
ID Inserzione 1265626
ID Messaggio d27d8b1b-9c7d-11eb-8b1c-005056b10021
Tipo inserzione giudiziaria
Data pubblicazione 13/04/2021
ID Procedura 616983
Tipo Procedura giudiziaria
ID Tribunale 0580910098
Tribunale Tribunale di ROMA
ID Registro ESECUZIONI_CIVILI_IMMOBILIARI
Registro ESECUZIONI CIVILI IMMOBILIARI
ID Rito EI80
Rito ESECUZIONE IMMOBILIARE POST LEGGE 80
Numero Procedura 987
Anno Procedura 2017
Delegato alla vendita:
idAnagrafica 2482919
Nome Angela Maria Lorena
Cognome Cordaro
Cod. Fiscale CRDNLM70E65B429G
Procede in operazioni vendita Si
Soggetto visita bene No

Custode:
idAnagrafica 2482920
Cognome IVG di Roma srl
Cod. Fiscale PRCFNC50L27A241T
Email pvp@visiteivgroma.it
Telefono 0683751500
Procede in operazioni vendita No
Soggetto visita bene Si
ID Lotto 1153233
Primo identificativo 1056154
Codice LOTTO UNICO
Genere IMMOBILI
Categoria IMMOBILE RESIDENZIALE
Descrizione IT 100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito in Comune di Roma, via Valerio Corvino n. 63-65, e precisamente - appartamento ad uso civile abitazione posto al piano terra, contraddistinto con l’int. 2, catastalmente composto da: soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno, camera, e due terrazze a livello; - garage posto al piano seminterrato contraddistinto con la lettera b); - cantina posta al piano seminterrato.
Ubicazione:
Indirizzo via Valerio Corvino n. 63-65
Cap/Zip 00118
Città Roma
Provincia Roma
Regione Lazio
Nazione Italia
ID Bene 1660947
Primo identificativo 1551703
Tipologia IMMOBILE COMMERCIALE
Categoria GARAGE O AUTORIMESSA
Descrizione IT 100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito in Comune di Roma, via Valerio Corvino n. 63-65, e precisamente - garage posto al piano seminterrato contraddistinto con la lettera b). A confine con: spazio di manovra, intercapedine fabbricato, cantina sub. 22, salvi altri e diversi confini (il garage). Il tutto censito al Catasto dei Fabbricati del Comune di Roma al foglio 1007, part. 1772 - sub. 18, z.c. 6, via Valerio Corvino n. 63, piano S1, int. B, cat. C/6, classe 12, cons. 12 mq, superf. catast. tot. 14 mq, r.c. € 48,34 (il garage). Lo stato dei luoghi del garage e della cantina non è conforme alle rispettive planimetrie e ai titoli edilizi a causa dell’abusiva fusione dei due beni in un unico locale di più ampia consistenza, esteso anche alla porzione d’intercapedine del fabbricato, all’interno del quale, con tramezzature interne, è stato realizzato un bagno e sono stati predisposti gli impianti del gas e dell’acqua, i cui lavori non sono stati terminati, per un presumibile e abusivo cambio di destinazione d’uso. A tal riguardo si precisa che con form. n. 202553/90180 del 15/11/2007 è stato trascritto un atto d’obbligo tra la società costruttrice e il Comune di Roma che, tra gli altri, “impone l’obbligo di destinare e mantenere permanentemente ed irrevocabilmente la destinazione d’uso dei locali al piano interrato, seminterrato, al piano servizi e al piano sottotetto a servizio dell’edificio, come riportato nella planimetria A”. Trattandosi quindi di abuso non sanabile sarà necessario ripristinare lo stato originario dei luoghi, il tutto al costo di circa € 4.500,00 stimato in perizia e già detratto dal prezzo di stima. Il fabbricato di cui fa parte il sopra descritto bene è stato edificato originariamente in assenza di titolo edilizio. Successivamente, giusta domanda di condono n. 85/8536 del 12/12/85, è stata rilasciata concessione in sanatoria n. 21.267 del 24/02/1997. L’attuale fabbricato è stato però realizzato nel 2008, quale intervento edilizio di demolizione e ricostruzione nel medesimo lotto di sedime di precedente costruzione, in forza di progetto n. 55013/2006, cui è seguito il rilascio del Permesso di Costruire n. 1150 del 24/12/2007, subordinato alla stipula dell’atto d’obbligo sopra menzionato. Successivamente sono state presentate varianti in corso d’opera protocollate al n. 13975 del 14/02/2008 e, inoltre, è stata depositata ulteriore documentazione aggiuntiva presso l’ex Municipio X (ora VII) in data 11/11/2008 al prot. n. 85600 al PDC del 26/06/2008 prot. 54219. In data 18/11/2008 è stato presentato con prot. n. 87977 il certificato di collaudo. In ultimo, la società costruttrice con prot. 78671 del 24/11/2008 ha presentato domanda di certificato di agibilità non ancora rilasciato. Spese e millesimi condominiali, formalità pregiudizievoli, atti d’obbligo o vincoli, destinazione urbanistica e parti comuni come in perizia. È presente APE con attribuzione di classe energetica G, con validità al 10/09/2028. L’immobile è in discreto stato di conservazione e sono stati esibiti i certificati di conformità dell’impianto elettrico e idrico. L’appartamento è sprovvisto di caldaia a gas. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale e nella relazione integrativa in atti a firma dell’arch. Roberto Giannini. I sopra descritti beni sono nella disponibilità delle debitrici esecutate che non vi abitano. L’aggiudicatario potrà chiedere la liberazione sin dal momento dell’aggiudicazione. In corso di liberazione. Si precisa che in corso di procedura è stata trascritto un atto di accettazione tacita dell’eredità necessaria per dare continuità alle trascrizioni nel ventennio ed è stato altresì verificato che le debitrici esecutate, al momento dell’acquisto, erano entrambe coniugate in regime di comunione legale dei beni.
Ubicazione:
Indirizzo via Valerio Corvino n. 63-65
Cap/Zip 00118
Città Roma
Provincia Roma
Regione Lazio
Nazione Italia
Dati catastali:
Foglio 1007
Particella 1772
Sub alterno 18

ID Bene 1660949
Primo identificativo 1551706
Tipologia ALTRA CATEGORIA
Categoria CANTINA
Descrizione IT 100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito in Comune di Roma, via Valerio Corvino n. 63-65, e precisamente - cantina posta al piano seminterrato. A confine con: spazio di manovra autorimessa comune, intercapedine fabbricato, garage sub. 18, salvi altri e diversi confini (la cantina). Il tutto censito al Catasto dei Fabbricati del Comune di Roma al foglio 1007, part. 1772 - sub. 22, z.c. 6, via Valerio Corvino n. 63 - n. 65, piano S1, cat. C/2, classe 18, cons. 18 mq, superf. catast. tot. 19 mq, r.c. € 45,55 (la cantina). Lo stato dei luoghi del garage e della cantina non è conforme alle rispettive planimetrie e ai titoli edilizi a causa dell’abusiva fusione dei due beni in un unico locale di più ampia consistenza, esteso anche alla porzione d’intercapedine del fabbricato, all’interno del quale, con tramezzature interne, è stato realizzato un bagno e sono stati predisposti gli impianti del gas e dell’acqua, i cui lavori non sono stati terminati, per un presumibile e abusivo cambio di destinazione d’uso. A tal riguardo si precisa che con form. n. 202553/90180 del 15/11/2007 è stato trascritto un atto d’obbligo tra la società costruttrice e il Comune di Roma che, tra gli altri, “impone l’obbligo di destinare e mantenere permanentemente ed irrevocabilmente la destinazione d’uso dei locali al piano interrato, seminterrato, al piano servizi e al piano sottotetto a servizio dell’edificio, come riportato nella planimetria A”. Trattandosi quindi di abuso non sanabile sarà necessario ripristinare lo stato originario dei luoghi, il tutto al costo di circa € 4.500,00 stimato in perizia e già detratto dal prezzo di stima. Il fabbricato di cui fa parte il sopra descritto bene è stato edificato originariamente in assenza di titolo edilizio. Successivamente, giusta domanda di condono n. 85/8536 del 12/12/85, è stata rilasciata concessione in sanatoria n. 21.267 del 24/02/1997. L’attuale fabbricato è stato però realizzato nel 2008, quale intervento edilizio di demolizione e ricostruzione nel medesimo lotto di sedime di precedente costruzione, in forza di progetto n. 55013/2006, cui è seguito il rilascio del Permesso di Costruire n. 1150 del 24/12/2007, subordinato alla stipula dell’atto d’obbligo sopra menzionato. Successivamente sono state presentate varianti in corso d’opera protocollate al n. 13975 del 14/02/2008 e, inoltre, è stata depositata ulteriore documentazione aggiuntiva presso l’ex Municipio X (ora VII) in data 11/11/2008 al prot. n. 85600 al PDC del 26/06/2008 prot. 54219. In data 18/11/2008 è stato presentato con prot. n. 87977 il certificato di collaudo. In ultimo, la società costruttrice con prot. 78671 del 24/11/2008 ha presentato domanda di certificato di agibilità non ancora rilasciato. Spese e millesimi condominiali, formalità pregiudizievoli, atti d’obbligo o vincoli, destinazione urbanistica e parti comuni come in perizia. È presente APE con attribuzione di classe energetica G, con validità al 10/09/2028. L’immobile è in discreto stato di conservazione e sono stati esibiti i certificati di conformità dell’impianto elettrico e idrico. L’appartamento è sprovvisto di caldaia a gas. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale e nella relazione integrativa in atti a firma dell’arch. Roberto Giannini. I sopra descritti beni sono nella disponibilità delle debitrici esecutate che non vi abitano. L’aggiudicatario potrà chiedere la liberazione sin dal momento dell’aggiudicazione. In corso di liberazione. Si precisa che in corso di procedura è stata trascritto un atto di accettazione tacita dell’eredità necessaria per dare continuità alle trascrizioni nel ventennio ed è stato altresì verificato che le debitrici esecutate, al momento dell’acquisto, erano entrambe coniugate in regime di comunione legale dei beni.
Ubicazione:
Indirizzo via Valerio Corvino n. 63-65
Cap/Zip 00118
Città Roma
Provincia Roma
Regione Lazio
Nazione Italia
Dati catastali:
Foglio 1007
Particella 1772
Sub alterno 22

ID Bene 1660948
Primo identificativo 1551639
Tipologia IMMOBILE RESIDENZIALE
Categoria ABITAZIONE DI TIPO CIVILE
Descrizione IT 100% piena proprietà di porzioni di fabbricato sito in Comune di Roma, via Valerio Corvino n. 63-65, e precisamente - appartamento ad uso civile abitazione posto al piano terra, contraddistinto con l’int. 2, catastalmente composto da: soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno, camera, e due terrazze a livello. A confine con: vialetto d’accesso condominiale, vano scala, appartamento int. 1 (sub. 5), salvi altri e diversi confini (l’appartamento). Il tutto censito al Catasto dei Fabbricati del Comune di Roma al foglio 1007, part. 1772 - sub. 7 e sub. 8 graffati tra loro, z.c. 6, via Valerio Corvino n. 65, piano T, int. 2, cat. A/2, classe 4, cons. 2,5 vani, superf. catast. tot. 38 mq, r.c. € 296,96 (l’appartamento); Lo stato dei luoghi dell’appartamento non è conforme ai progetti edilizi sia per una diversa tramezzatura interna che per un diverso posizionamento di alcune finestre e aperture sulle facciate dell’immobile, irregolarità sanabili mediante presentazione di una SCIA in sanatoria al costo complessivo di € 5.114,00 inclusi oneri, sanzioni e spese tecniche già detratte dal prezzo di stima. A tal riguardo si precisa che con form. n. 202553/90180 del 15/11/2007 è stato trascritto un atto d’obbligo tra la società costruttrice e il Comune di Roma che, tra gli altri, “impone l’obbligo di destinare e mantenere permanentemente ed irrevocabilmente la destinazione d’uso dei locali al piano interrato, seminterrato, al piano servizi e al piano sottotetto a servizio dell’edificio, come riportato nella planimetria A”. Trattandosi quindi di abuso non sanabile sarà necessario ripristinare lo stato originario dei luoghi, il tutto al costo di circa € 4.500,00 stimato in perizia e già detratto dal prezzo di stima. Il fabbricato di cui fa parte il sopra descritto bene è stato edificato originariamente in assenza di titolo edilizio. Successivamente, giusta domanda di condono n. 85/8536 del 12/12/85, è stata rilasciata concessione in sanatoria n. 21.267 del 24/02/1997. L’attuale fabbricato è stato però realizzato nel 2008, quale intervento edilizio di demolizione e ricostruzione nel medesimo lotto di sedime di precedente costruzione, in forza di progetto n. 55013/2006, cui è seguito il rilascio del Permesso di Costruire n. 1150 del 24/12/2007, subordinato alla stipula dell’atto d’obbligo sopra menzionato. Successivamente sono state presentate varianti in corso d’opera protocollate al n. 13975 del 14/02/2008 e, inoltre, è stata depositata ulteriore documentazione aggiuntiva presso l’ex Municipio X (ora VII) in data 11/11/2008 al prot. n. 85600 al PDC del 26/06/2008 prot. 54219. In data 18/11/2008 è stato presentato con prot. n. 87977 il certificato di collaudo. In ultimo, la società costruttrice con prot. 78671 del 24/11/2008 ha presentato domanda di certificato di agibilità non ancora rilasciato. Spese e millesimi condominiali, formalità pregiudizievoli, atti d’obbligo o vincoli, destinazione urbanistica e parti comuni come in perizia. È presente APE con attribuzione di classe energetica G, con validità al 10/09/2028. L’immobile è in discreto stato di conservazione e sono stati esibiti i certificati di conformità dell’impianto elettrico e idrico. L’appartamento è sprovvisto di caldaia a gas. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale e nella relazione integrativa in atti a firma dell’arch. Roberto Giannini. I sopra descritti beni sono nella disponibilità delle debitrici esecutate che non vi abitano. L’aggiudicatario potrà chiedere la liberazione sin dal momento dell’aggiudicazione. In corso di liberazione. Si precisa che in corso di procedura è stata trascritto un atto di accettazione tacita dell’eredità necessaria per dare continuità alle trascrizioni nel ventennio ed è stato altresì verificato che le debitrici esecutate, al momento dell’acquisto, erano entrambe coniugate in regime di comunione legale dei beni.
Ubicazione:
Indirizzo via Valerio Corvino n. 63-65
Cap/Zip 00118
Città Roma
Provincia Roma
Regione Lazio
Nazione Italia
Dati catastali:
Foglio 1007
Particella 1772
Sub alterno 7
Graffato 8
Data e ora vendita 09/09/2021 15:00
Tipologia vendita SENZA INCANTO
Modalità vendita ASINCRONA TELEMATICA
Prezzo base (€) 156.500,00
Offerta minima (€) 117.375,00
Rialzo minimo (€) 3.000,00
Termine presentazione offerte 08/09/2021 23:59
Spesa prenotata debito No
Contributo non dovuto No
ID Sito 9
Tipologia sito pubblicita
Nominativo https://www.asteannunci.it
Url https://www.asteannunci.it

ID Sito 70
Tipologia gestore delle vendite
Nominativo https://www.garavirtuale.it
Url https://www.garavirtuale.it

ID Sito 4
Tipologia sito pubblicita
Nominativo https://www.astegiudiziarie.it
Url https://www.astegiudiziarie.it

ID Sito 60
Tipologia sito pubblicita
Nominativo https://www.fallcoaste.it
Url https://www.fallcoaste.it

Questo sito è un prodotto
Zucchetti Software Giuridico srl
www.fallco.it