procedura n.129/2018 - CREDITO VERSO IL COMUNE DI IVREA

Visite: 191

Gara chiusa

Gara non aggiudicata
Prezzo base €: 1.071.750,00 Totale con oneri €:
Termine vendita
18/01/22 16:00
Esperimento n. 2
Offerte pervenute
Ribasso totale - 25%

Offerte pervenute

Informazioni

Procedura n. 129/2018
Tipo procedura PROCEDURE CONCORSUALI - LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA
Tribunale Bergamo
Inizio presentazione offerte 30/11/2021 12:00
Termine presentazione offerte:
- con Bonifico 17/01/2022 12:00
Termine visita 10/01/2022 12:00
Data vendita 17/01/2022 16:00
Termine vendita 18/01/2022 16:00
Codice vendita 529184
Data pubblicazione 30/11/2021 15:52

Dettagli

Tipo vendita Asincrona telematica
Prezzo base € 1.071.750,00
Iva (0,00%) € 0,00
Oneri € 39.226,05
Prezzo base totale € 1.110.976,05
Rilancio minimo 10,00 %
Cauzione minima (10,00 % prezzo base) € 107.175,00
Prolungamento 3 min
Metodi pagamento Bonifico

Ubicazione

Via Nettunense 440 - 00040 Albano Laziale (RM)

Visualizza sulla mappa

 

            Il presente Regolamento contiene le condizioni inderogabili per la partecipazione alla procedura competitiva avente ad oggetto la vendita del credito nei confronti del Comune di IVREA, come meglio descritti di seguito.

*

            1. Premessa

            1.1 Con decreto n. 129 del 10 dicembre 2018, il Ministero dell'Economia e delle Finanze, su proposta della Banca d’Italia, ha disposto la sottoposizione di FIS Factoring Investimenti Servizi Finanziari S.p.a. (d’ora innanzi, per brevità, anche “FIS S.p.a.”) alla procedura di liquidazione coatta amministrativa, ai sensi dell’art. 80, 1° comma, del Testo Unico delle Leggi in materia bancaria e creditizia (T.U.B.). 

1.2 Con provvedimento della Banca d’Italia in pari data 10 dicembre 2018, è stata disposta la nomina del Dott. Giampiero Sirleo quale Commissario liquidatore, nonché del Comitato di Sorveglianza, in persona dell’Avv. Franco Benassi, dell’Avv. Antonella Musuraca e del Dott. Matteo Rellecke Nasi (quest’ultimo, con funzioni di Presidente).

1.3 FIS S.p.a. in LCA è titolare di vari beni tra cui un credito nei confronti del Comune di Ivrea descritto nel presente Regolamento, in relazione ai quali il Commissario Liquidatore, in conformità alle modalità e alle condizioni descritte nel presente Regolamento, intende avviare la procedura competitiva per la vendita, in lotti separati, come meglio indicati nel presente Regolamento.

Si espongono di seguito le modalità, termini e le condizioni relative alla procedura di vendita.

*

            2. L’oggetto della cessione

2.1 Oggetto della vendita mediante la presente procedura competitiva è il credito vantato da FIS Factoring Investimenti Servizi Finanziari S.p.a., nei confronti del Comune di Ivrea oggetto di perizia di stima da parte del Dott. Igor Catania, da considerarsi parte integrante del presente Regolamento e alla quale si fa espresso rinvio.

2.2 Più precisamente il credito è posto in vendita, con la presente procedura competitiva, alle condizioni e con le modalità indicate nel presente Regolamento, sono i seguenti: 

2.3 Per la completa e puntuale descrizione e valutazione dei beni oggetto della vendita, si rinvia integralmente alle relazioni di stima dei beni predisposte dal Consulente incaricato dalla Procedura e alla documentazione allegata, disponibili sul sito internet www.industrialauctions.it nonché http://industrialauctions.fallcoaste.it, che saranno comunque rese disponibili, in formato elettronico (files in formato pdf), ai soggetti interessati che ne facciano richiesta al Commissario liquidatore, con comunicazione da inviare esclusivamente al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: lca129.2018bergamo@pecliquidazioni.it).

*

3. Le condizioni della vendita

3.1 Il credito è posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, visto e piaciuto, a corpo e non a misura, con esonero della Procedura venditrice da qualsiasi responsabilità al riguardo e con assunzione da parte dell’offerente-acquirente, a proprio esclusivo carico, di ogni possibile pregiudizio che possa essere anche solo potenzialmente riconducibile allo stato od alle situazioni suddette. La Procedura venditrice non rilascerà alcuna garanzia in merito ai beni, alle loro caratteristiche, alle loro qualità o capacità di generare reddito. L’acquirente rinuncia a far valere, anche in futuro, nei confronti della Procedura, qualsiasi eccezione e/o pretesa e/o richiesta e/o contestazione in ordine all’identità, alla condizione giuridica, alla qualità, alla funzionalità e/o consistenza dei beni oggetto di vendita. La Procedura è da intendersi liberata da ogni e qualsiasi responsabilità al riguardo, anche in deroga all’art. 1494 c.c.

3.2 La vendita effettuata nell’ambito della procedura concorsuale non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Di conseguenza, l’esistenza di eventuali vizi o mancanza di qualità o deformità dei beni venduti, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici o di funzionalità) ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, anche se occulti o comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. 

3.3 Salvo quanto esposto nei punti precedenti, la cessione del credito avverrà in blocco ex art. 58 T.U.B. e ad ogni effetto pro soluto, senza garanzia alcuna, da parte del cedente, dell’esistenza dei diritti ceduti, ai sensi dell’art. 1266, 1° comma c.c., nonché senza alcuna garanzia ai sensi dell’art. 1267 c.c., ovvero senza garanzia di adempimento del debitore ceduto, suoi aventi causa e garanti a qualsiasi titolo, con assunzione da parte del cessionario di ogni rischio inerente alla solvibilità del debitore, così come l’adeguatezza ed escutibilità delle garanzie che assistono il credito, se esistenti. Nello stesso senso, in caso di variazione in diminuzione del valore del diritto ceduto, ovvero di qualsivoglia successiva contestazione e/o eccezione da parte del debitore ceduto, l’acquirente non avrà alcun diritto di rivalsa, né potrà far valere alcuna pretesa nei confronti della Procedura né del Commissario liquidatore.

Qualora dovesse risultare la sussistenza di un debito a carico di FIS S.p.a. maturato successivamente all’apertura della procedura di LCA, il cessionario sarà tenuto al pagamento in favore del creditore, avendo manlevato ed essendosi impegnato a tenere indenne FIS S.p.a. in LCA.

3.4 Il cessionario si obbliga a provvedere, a propria cura e spese, senza indugio e, in ogni caso, entro e non oltre il termine di 30 giorni dalla stipula della cessione, alla comunicazione e notificazione della cessione dei diritti di credito e dei diritti contenziosi anche mediante iscrizione nel registro delle imprese e pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 58, 2° comma T.U.B.,

3.5 Gli oneri, onorari e spese connessi alla procedura di vendita, dell’atto o degli atti notarili di vendita, nonché qualunque costo accessorio all’alienazione dei beni saranno interamente a carico dell’acquirente. L’acquirente sarà altresì tenuto al pagamento degli oneri fiscali e tributari conseguenti all’acquisto dei beni, al pagamento del compenso al Notaio incaricato per la stipula degli atti, per la registrazione, trascrizione e voltura degli stessi. 

*

            4. Il prezzo della cessione

            4.1 Il prezzo di vendita è formulato dal Commissario liquidatore negli avvisi di vendita che saranno di volta in volta pubblicati, ponendo quale prezzo base quello risultante dalle relazioni di stima predisposte dal Consulente della Procedura. 

            4.2 Il prezzo base di vendita deve intendersi indicato al netto degli ulteriori importi che risulteranno dovuti per imposte e altri oneri di legge, i quali rimangono a esclusivo carico del cessionario, così come tutte le spese e gli oneri connessi alla cessione, come precisato nel presente Regolamento.

            4.3 Il saldo prezzo dovrà essere corrisposto, in un’unica soluzione, nei termini previsti nel presente Regolamento, ossia nei 60 (sessanta) giorni successivi all’aggiudicazione definitiva.

            4.4 Coloro che intendono partecipare alla procedura competitiva devono presentare, con le modalità indicate negli articoli seguenti, un’offerta irrevocabile d’acquisto per un prezzo pari o superiore al prezzo base attribuito ai singoli lotti, mentre non saranno prese in considerazione offerte per un prezzo inferiore al prezzo base. 

*

            5. La presentazione dell’offerta

5.1 Le operazioni di vendita saranno curate da INDUSTRIAL AUCTIONS S.r.l, codice fiscale e partita iva 13656581009, con sede in via Nettunense 440, 00041 Albano Laziale (RM), telefono 06 92034541, fax 06 92 034541, mail: info@industrialauctions.it, sito web www.industrialauctions.it, con pubblicità sul portale delle vendite pubbliche e svolgimento di aste telematiche sul portale https://industrialauctions.fallcoaste.it

5.2 Condizione imprescindibile per la partecipazione alla procedura competitiva è la preventiva iscrizione dell’utente alla stessa. L’iscrizione prevede 2 fasi: 

  • la registrazione sul portale dedicato https://industrialauctions.fallcoaste.it; 
  • il versamento di una cauzione di importo non inferiore al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato a “Liquidazione coatta amministrativa FIS SPA” presso BPER Banca, Filiale Roma – Torrino, IBAN: IT38G0538703200000003019993; il bonifico dovrà essere eseguito entro le ore 12.00 del giorno 02 ottobre 2021 al fine di consentire al Liquidatore la verifica del versamento della cauzione e la successiva conferma a INDUSTRIAL AUCTIONS.

5.3 Il gestore della vendita verificherà la validità della cauzione e la correttezza dei documenti allegati. L’iscrizione sarà confermata esclusivamente con l’invio, da parte di INDUSTRIAL AUCTIONS, di e-mail contenente i dati relativi alla gara, le condizioni generali ed il codice PIN, univoco per la singola vendita, da utilizzare per partecipare alla gara. Non si potrà presentare un’offerta se non si disporrà del codice PIN.
Nel caso la documentazione risultasse insufficiente o errata, sarà possibile integrarla fino a che il gestore non abbia verificato ed inviato il codice PIN.

A seguito della ricezione del codice PIN, si potrà effettuare l’offerta, che dovrà indicare e contenere gli elementi indicati di seguito. 

L’eventuale attribuzione del PIN, intervenuta per motivi di urgenza prima della verifica del pagamento della cauzione, non costituisce prova della regolarità dell’iscrizione, riservandosi in tal caso la Procedura di controllare che il pagamento sia stato effettuato nei termini, anche ai fini della conferma della validità dell’offerta. La comunicazione del risultato dell’esperimento di vendita sarà comunque effettuata al termine delle verifiche sulla regolarità del pagamento delle cauzioni.

5.4 L’offerta, che dovrà essere presentata con riferimento ai beni immobili posti in vendita in lotti, come analiticamente indicati e descritti nel precedente art. 2 del presente Regolamento, fatto salvo il rinvio a quanto più analiticamente indicato nella perizia con la descrizione dei beni e la stima del valore, a pena di inammissibilità, deve espressamente contenere i seguenti elementi:

a) essere redatta in lingua italiana, contenere gli elementi espressamente previsti nei seguenti punti del presente Regolamento, essere siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce per esteso dell’offerente; 

b) contenere il nominativo o la denominazione dell’offerente (completo di tutti i dati identificativi, compreso il Codice Fiscale e/o il numero di Partita Iva ovvero equivalenti, se trattasi di soggetto straniero e, in tal caso, da produrre in forma idonea ad essere utilizzabili sul territorio italiano), con i documenti identificativi dello stesso, unitamente alla documentazione attestante la sussistenza dei poteri di rappresentanza del sottoscrittore (qualora l’offerente non sia una persona fisica) ed elezione di domicilio nel territorio della Repubblica Italiana. Più precisamente, se l’offerente è una persona fisica, l’offerta dovrà contenere l’indicazione di: cognome, nome, data, luogo di nascita, codice fiscale, residenza, domicilio, recapito telefonico, fax, e-mail o Pec (al quale saranno effettuate le comunicazioni relative alla procedura competitiva), stato civile (libero o coniugato con indicazione delle generalità del coniuge e del regime patrimoniale), copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità dell’offerente, che dovrà altresì sottoscrivere personalmente l’offerta. Se, invece, l’offerente è una società o persona giuridica, l’offerta dovrà contenere l’indicazione di: denominazione sociale, sede legale, recapito telefonico, fax, e-mail o Pec, partita IVA, codice fiscale e numero di iscrizione al registro delle imprese, allegando certificato, in corso di validità, attestante la vigenza, i dati relativi al legale rappresentante e ai suoi poteri, nonché copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità del rappresentante, che dovrà altresì sottoscrivere personalmente l’offerta.

c) l’offerta può essere formulata anche per persona da nominare; in tal caso, ove l’aggiudicazione sia disposta a seguito di offerta presentata per persona, ente o società da nominare, la dichiarazione di nomina del terzo acquirente e la relativa accettazione, redatte per iscritto, dovranno essere depositate, entro e non oltre tre giorni dall’aggiudicazione, con le medesime modalità previste per la presentazione dell’offerta, tanto presso il Commissario Liquidatore quanto presso il gestore della vendita INDUSTRIAL AUCTIONS; in assenza di tempestivo deposito, gli effetti dell’offerta si produrranno in via definitiva in capo all’offerente originario;

d) la manifestazione incondizionata e irrevocabile della volontà all’acquisto dei beni e che costituiscono il singolo lotto posto in vendita (il quale dovrà essere specificamente indicato anche nel testo dell’offerta), sulla base di quanto indicato nel presente Regolamento e nella descrizione contenuta nelle relazioni di stima e nell’ulteriore documentazione resa disponibile per la consultazione, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con rinunzia espressa ed incondizionata a qualunque successiva eccezione, domanda e pretesa nei confronti FIS S.p.a. in LCA e del Commissario liquidatore;

e) la dichiarazione espressa, incondizionata e senza riserva alcuna, da parte dell’offerente, di avere verificato lo stato di fatto e di diritto dei beni posti in vendita, anche con riferimento alle iscrizioni e/o trascrizioni e la dichiarazione di assunzione, a proprio esclusivo carico, di ogni possibile pregiudizio che possa essere anche solo potenzialmente riconducibile allo stato o alle situazioni suddette;

f) la dichiarazione espressa, incondizionata e senza riserva alcuna, da parte dell’offerente, di aver preso visione della perizia di stima del credito oggetto di vendita, delle condizioni di vendita e di gara e di aderirvi espressamente;

            g) l’indicazione, in cifre e in lettere (con la precisazione che, in caso di discordanza, farà fede quest’ultimo), del prezzo offerto per i beni che costituiscono il lotto posto in vendita, che non potrà essere inferiore al prezzo base di vendita(come indicato nell’avviso di vendita), con deposito cauzionale da effettuarsi a mezzo bonifico bancario, come indicato in precedenza, per l’importo pari almeno al 10% (dieci per cento) del prezzo complessivamente offerto. Si precisa che, in caso di aggiudicazione e successiva stipula del contratto di vendita, la cauzione sarà trattenuta, nella misura sopra indicata, dal Commissario liquidatore a titolo di acconto sul prezzo, mentre la cauzione sarà restituita all’offerente che non sarà risultato aggiudicatario, come previsto nel presente Regolamento;

            h) l’assunzione dell’obbligo irrevocabile a provvedere al pagamento del saldo del prezzo di aggiudicazione in un’unica soluzione, da versare entro 60 (sessanta) giorni dall’aggiudicazione definitiva, alle condizioni e con le modalità stabilite nel presente Regolamento;

            i) la dichiarazione dell’offerente di accettazione incondizionata e irrevocabile delle condizioni indicate nel presente Regolamento di procedura competitiva.

            5.5 Sono dichiarate irricevibili ed escluse dalle successive fasi per l’aggiudicazione le offerte che non presentino i requisiti indicati nel presente Regolamento, e precisamente:

            - le offerte che non si presentino come incondizionate e irrevocabili per l’acquisto del credito;

            - le offerte che siano prive del deposito cauzionale, secondo le modalità e la misura prevista nel presente Regolamento;

            - le offerte che risultino prive dell’assunzione dell’obbligo di pagamento del saldo del prezzo in un’unica soluzione, secondo le modalità indicate nel presente Regolamento;

            - le offerte che non contengano anche una soltanto delle obbligatorie indicazioni di cui al presente Regolamento;

            - le offerte che presentino riserve o condizioni in merito al loro contenuto, che possano compromettere la parità di trattamento fra gli offerenti, ovvero che contengano dichiarazioni false e/o mendaci;

            - le offerte che contengano indicazioni di valore che siano legate ad una formula o al valore di offerta espresso da altri offerenti.

*

            6. La procedura di gara tra gli offerenti     

            6.1 Le condizioni generali di partecipazione alla gara telematica sono consultabili sul sito internet http://industrialauctions.fallcoaste.it, nella sezione denominata “CONDIZIONI”.
            Le operazioni di vendita con modalità telematica si svolgeranno a partire dal giorno 02 novembre 2021 alle ore 16 e fino al giorno 03 novembre 2021 alle ore 16.00

            6.2 Per tutta la durata della vendita, l’utente potrà presentare offerte vincolanti ed irrevocabili di acquisto al prezzo che risulta di volta in volta il più alto. Ciascuna offerta perderà efficacia quando sarà superata da una successiva offerta più elevata. 

            6.3 Ciascuna offerta si intenderà definitivamente inviata cliccando sul pulsante “conferma”, con evidenza dell’offerta sul sito.

            6.4 In caso di gara tra più offerenti il rilancio minimo sarà pari al 10% del prezzo base relativo al singolo lotto oggetto della gara.

            In presenza di un rilancio valido nei cinque minuti prima del termine delle operazioni di vendita, quest’ultimo verrà prorogato di tre minuti e, successivamente, di ulteriori tre minuti per ogni offerta in aumento (cd. “extra time”).

            Allo scadere del termine, l’immobile sarà aggiudicato in via provvisoria all’offerente che avrà effettuato l’offerta più alta. 

*

            7. L’aggiudicazione

            7.1 L’aggiudicazione provvisoria diverrà definitiva se entro 10 giorni successivi all’aggiudicazione non perverrà un’offerta d’acquisto irrevocabile migliorativa, per un importo non inferiore al 10% del prezzo di aggiudicazione, corredata da idoneo deposito cauzionale di importo non inferiore al 10% del nuovo prezzo offerto. In tal caso, il Commissario Liquidatore, sentito il parere del Comitato di sorveglianza, si riserva la facoltà di sospendere la vendita e l’aggiudicazione, e di indire una nuova gara, alla quale saranno invitati a partecipare l’offerente in aumento e l’aggiudicatario. 

            7.2 L’importo versato a titolo di cauzione dagli offerenti sarà: i) restituito dal Commissario liquidatore mediante bonifico bancario con spese a carico dell’offerente, in caso di mancata aggiudicazione del lotto; ii) trattenuto dal Commissario liquidatore e computato quale acconto prezzo, in caso di aggiudicazione; ii) incamerato, in caso di ingiustificata revoca dell’offerta o di ingiustificato impedimento alla stipula del contratto di vendita con il trasferimento della proprietà. 

            7.3 Resta salva e impregiudicata la possibilità che il Commissario Liquidatore disponga la sospensione della vendita per gravi e giustificati motivi fino al trasferimento della proprietà dell’immobile. 

*

8. Il pagamento del prezzo e degli oneri accessori

8.1 Il versamento del saldo del prezzo di aggiudicazione dovrà essere effettuato in un’unica soluzione, con le modalità previste dal presente Regolamento, entro 60 (sessanta) giorni dalla data dell’aggiudicazione definitiva.

8.2 Più precisamente, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data dell’aggiudicazione definitiva, dovranno essere pagati, senza alcuna possibilità di rivalsa nei confronti della Procedura: 

• il saldo del prezzo di aggiudicazione (pari al prezzo di aggiudicazione, oltre Iva se dovuta, dedotta la cauzione prestata) a mezzo bonifico bancario sul corrente intestato a “Liquidazione coatta amministrativa FIS SPA” presso BPER Banca, Filiale Roma – Torrino, IBAN: IT38G0538703200000003019993; 

• un importo corrispondente ai diritti d’asta, pari al ad una percentuale (oltre Iva, nella misura di legge) cosi determinata sul prezzo di aggiudicazione:

- diritti d’asta pari a 3%;

Tali somme dovranno essere corrisposte prima del trasferimento di proprietà dell’immobile dall’aggiudicatario a mezzo bonifico sul conto corrente intestato a INDUSTRIAL AUCTIONS S.r.l., IBAN IT03T 02008 38864 000104091022.           

8.3 Il mancato versamento entro il termine di quanto complessivamente dovuto alla Procedura e al soggetto incaricato per le operazioni di vendita (saldo del prezzo, spese e diritti d’asta, ecc.) comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, che sarà definitivamente trattenuta dalla Procedura, salvo il diritto di quest’ultima di richiedere il risarcimento dell’eventuale maggior danno. 

8.4 L’importo corrispondente a quello delle spese relative alla vendita nonché alle spese relative a eventuali formalità (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, imposte, tasse, onorari notarili, accessori ed oneri di qualsiasi genere connessi), dovranno essere corrisposti dall’aggiudicatario al Notaio che quest’ultimo incaricherà per la stipula dell’atto di compravendita. Il trasferimento del credito avverrà, infatti, mediante stipula dell’atto notarile di compravendita, entro il termine di giorni 60 (sessanta) dal saldo di quanto complessivamente dovuto, a rogito del Notaio che sarà individuato dall’aggiudicatario.

*

   9. La stipula dell’atto di vendita

   9.1 L’atto di vendita sarà redatto entro il termine di 60 (sessanta) giorni dal saldo dell’importo dovuto in base a quanto previsto dal Regolamento per atto pubblico dinanzi al Notaio che sarà individuato dall’aggiudicatario.

   9.2 In ogni caso, la stipula dell’atto è condizionata all’acquisizione da parte del Commissario liquidatore del parere del Comitato di sorveglianza e dell’autorizzazione alla stipula della Banca d’Italia, di cui sarà data comunicazione all’aggiudicatario entro 10 (dieci) giorni dal ricevimento.

9.3 Viene fatta espressamente salva la facoltà del Commissario liquidatore di prorogare il termine di cui al precedente punto 9.1, ove ritenuto necessario od opportuno, anche ai fini dell’acquisizione e/o del perfezionamento di documenti e/o atti necessari alla stipula dell’atto, inclusa l’acquisizione del parere del Comitato di sorveglianza e l’autorizzazione della Banca d’Italia alla stipula del contratto di vendita. Il Commissario liquidatore, pertanto, potrà stabilire un nuovo termine per la stipula dell’atto notarile, senza che ciò possa giustificare alcuna pretesa dell’aggiudicatario, il quale rimane vincolato sino al nuovo termine stabilito dal Commissario liquidatore.

9.4 Al momento della stipula dell’atto di vendita di cui sopra, l’aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento delle spese notarili, fermo restando che tutti gli oneri connessi alla vendita rimarranno a carico dell’aggiudicatario/acquirente, senza alcun onere per la Procedura.

9.7 Le spese, imposte di registro e gli oneri inerenti o conseguenti al trasferimento dei beni sono a carico esclusivo dell’offerente. 

9.8 Se entro la data e nel luogo fissati per la stipula dell’atto l’aggiudicatario non dovesse presentarsi ovvero non si dovesse addivenire, per qualsivoglia motivo non imputabile al Commissario liquidatore e/o alla Procedura di LCA, alla stipula dell’atto, le somme comunque versate dalla parte offerente alla Procedura verranno definitivamente incassate da quest’ultima.

*

10. Disposizioni generali

10.1 La pubblicazione del Regolamento, nonché la ricezione delle manifestazioni di interesse e/o delle offerte da parte del Commissario liquidatore non comportano alcun obbligo o impegno a dare corso alla vendita nei confronti dei soggetti che abbiano manifestato interesse all’acquisto e/o degli offerenti né, per questi ultimi, diritto ad alcuna prestazione da parte del Commissario liquidatore. La pubblicazione dell’avviso e del Regolamento non costituisce quindi offerta al pubblico ex art. 1336 c.c. né sollecitazione all’investimento o al pubblico risparmio ex art. 94 e ss. d. lgs. n. 58/1998. 

10.2 Il Commissario liquidatore si riserva facoltà di recedere, in qualsiasi momento, dalla procedura di vendita, qualunque sia il grado di avanzamento, e di sospendere, interrompere, modificare i termini e le condizioni o di impegnarsi nei confronti di altri soggetti, senza che per ciò gli offerenti possano avanzare nei confronti del Commissario liquidatore e/o della Procedura alcuna pretesa a titolo di risarcimento o di indennizzo, né ad alcun altro titolo.

10.3 In ogni momento della procedura e fino al perfezionamento della vendita, il Commissario liquidatore avrà la facoltà di sospendere ovvero di non portare a compimento la procedura di vendita, ad esempio anche nel caso in cui pervenisse, entro dieci giorni dall’aggiudicazione provvisoria, un’offerta irrevocabile d’acquisto migliorativa per un importo non inferiore al 10% del prezzo di aggiudicazione.

Ove, in presenza di offerte migliorative ricevibili, il Commissario liquidatore si avvalga della facoltà di sospendere la vendita, sentito il parere del Comitato di sorveglianza, si provvederà a indire una nuova gara, alla quale saranno invitati a partecipare l’offerente in aumento e l’aggiudicatario, affinché possa svolgersi tra essi un’apposita gara, con le medesime modalità già descritte. All’esito di tale gara e della successiva aggiudicazione, non sarà possibile formulare ulteriori offerte migliorative. 

A fronte dell’esercizio, da parte del Commissario liquidatore, delle facoltà appena indicate, gli offerenti e i soggetti interessati non potranno in nessun caso avanzare pretese di alcun tipo (risarcitorio, restitutorio, etc.), fermo il solo obbligo di restituzione delle cauzioni versate, ove ne ricorrano i presupposti, rimanendo a carico degli offerenti o aggiudicatari ogni alea, rischio e onere connesso all’esercizio di dette facoltà.

10.4 Il Commissario liquidatore non è responsabile con riguardo alla veridicità, correttezza e completezza delle informazioni e/o documentazione fornita. La documentazione e le informazioni che sono messe a disposizione degli interessati rispondono all’esclusivo scopo di agevolare lo svolgimento delle analisi propedeutiche alla valutazione dell’interesse a concorrere alla gara. È esclusivo onere degli stessi interessati quello di svolgere le verifiche, gli accertamenti, i riscontri e quant’altro sarà ritenuto da essi necessario al fine di valutare l’interesse a concorrere alla gara. La partecipazione alla procedura di vendita non esonera gli offerenti dal compiere le visure ipotecarie e catastali; la presentazione dell’offerta implica specifica accettazione e conoscenza della situazione edilizia, urbanistica ed amministrativa dei beni immobili compresi nel lotto. 

10.5 Ciascun offerente sosterrà i costi relativi alle proprie ricerche e valutazioni dei beni posti in vendita, comprese le eventuali spese dovute ai propri legali e consulenti, nonché qualsiasi altro costo legato all’analisi dell’operazione.

10.6 I beni immobili posti in vendita potranno essere visitati fino al decimo giorno antecedente la chiusura delle operazioni di gara, previo accordo con la INDUSTRIAL AUCTIONS srl. 

10.7 Il trattamento dei dati inviati dai soggetti interessati, si svolgerà in conformità alle disposizioni del D.lgs. n. 196 del 30 giugno 1993 e successive modifiche. Ai sensi della richiamata normativa, il trattamento dei dati personali garantirà la piena tutela dei diritti degli offerenti e della loro riservatezza; il trattamento dei dati personali ha la finalità di consentire l’accertamento dell’idoneità dei soggetti a partecipare alla procedura di vendita, nonché il corretto svolgimento della medesima. Il titolare del trattamento sarà il cedente nella persona del Commissario liquidatore (o il soggetto da esso delegato), nei confronti del quale il soggetto interessato potrà far valere i diritti di cui all’art. 7 D.lgs. 196/2003.

*

11. Legge applicabile e foro competente

11.1 La procedura di vendita ed ogni altro atto annesso e/o conseguente sono in ogni caso regolati dalla legge italiana. Ogni eventuale controversia è devoluta all’esclusiva competenza del Tribunale di Roma.

 

Modalità versamento cauzione:

Modalità versamento cauzione:

Oltre la registrazione al portale la partecipazione alle aste è subordinata al versamento della cauzione.

Gli interessati alla partecipazione devono prendere visione dell'importo e delle modalità in cui la cauzione può essere versata. Tali info sono reperibili all'interno di ogni pagina-vendita alla voce "Modalità di pagamento".

Le modalità di versamento possono essere:

  • Bonifico, solo in seguito ad avvenuto accredito l'utente sarà abilitato alla partecipazione versato sul cc IT03T 02008 38864 000104091022 intestato a Industrial Auctions srl.

Eventuali costi di restituzione della cauzione sono sempre a carico dell'offerente.

In caso di aggiudicazione e mancato saldo del prezzo nei termini previsti, la cauzione sarà trattenuta a titolo di sanzione e si procederà a nuova asta a spese e sotto la responsabilità dell'aggiudicatario inadempiente ex art 540 del Codice di procedura civile.

Modalità di saldo:

Modalità di saldo:

Se soddisfatte le condizioni richieste dalle presenti modalità e dalla Legge, risulterà aggiudicatario l'utente che abbia effettuato l'offerta maggiore, che sarà tenuto al saldo prezzo nei tempi e modi indicati nelle singole gare.

Ogni vendita può accettare modalità di pagamento differenti tra:

  • Bonifico, su conto corrente indicato nella pagina-saldo;

Oltre al prezzo offerto, le COMMISSIONI D'ASTA PARI AL 3% dell'importo offerto oltre iva saranno da ritenersi a carico dell'aggiudicatario.

La piena proprietà dei beni si otterrà all'effettivo saldo di tutte le spese comprensive di prezzo, oneri e tasse. Nel caso di beni registrati è anche richiesto il compimento delle formalità relative al trasferimento di proprietà, a cura dell'aggiudicatario. Ai fini dell'Art. 1193 Codice Civile è stabilito che qualunque somma versata, compresa la cauzione sarà imputato prima alle spese e poi al prezzo.

Condizioni bonifico:

Condizioni bonifico:

Se soddisfatte le condizioni richieste dalle presenti modalità e dalla Legge, risulterà aggiudicatario l'utente che abbia effettuato l'offerta maggiore, che sarà tenuto al saldo prezzo nei tempi e modi indicati nelle singole gare.

Ogni vendita può accettare modalità di pagamento differenti tra:

  • Bonifico, su conto corrente indicato nella pagina-saldo;

Oltre al prezzo offerto, le COMMISSIONI D'ASTA PARI AL 3% dell'importo offerto oltre iva saranno da ritenersi a carico dell'aggiudicatario.

La piena proprietà dei beni si otterrà all'effettivo saldo di tutte le spese comprensive di prezzo, oneri e tasse. Nel caso di beni registrati è anche richiesto il compimento delle formalità relative al trasferimento di proprietà, a cura dell'aggiudicatario. Ai fini dell'Art. 1193 Codice Civile è stabilito che qualunque somma versata, compresa la cauzione sarà imputato prima alle spese e poi al prezzo.

Si informano gli interessati all'acquisto che le informazioni relative alle descrizioni dei beni sono dettagliatamente indicate nella documentazione allegata.

La descrizione e' indicativa delle caratteristiche dei beni da alienarsi, i quali essendo di provenienza giudiziaria (ex art. 2922 c.c. "Nella vendita forzata non ha luogo la garanzia per i vizi della cosa. Essa non puo' essere impugnata per cause di lesione"), sono venduti secondo la formula del "visto e piaciuto", nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia.

Industrial Auctions s.r.l.
Telefono 0692034541
Email info@industrialauctions.it

Domande dei clienti

  • Nessuna domanda pubblicata


Questo sito è un prodotto
Zucchetti Software Giuridico srl
www.fallco.it